Camec
NLMK Acciaio Quard

Nextchem porta a Ecomondo esempi di Green Innovation

Debutto di NextChem a Ecomondo: la società del gruppo Maire Tecnimont espone alla grande kermesse sull’economia circolare e invita a 5 dibattiti sulle tecnologie per la transizione energetica.

Nextchem porta a Ecomondo esempi di Green Innovation

NextChem, la società del Gruppo Maire Tecnimont per la transizione energetica, si presenta per la prima volta a Ecomondo 2019, la fiera di riferimento in Europa per l’innovazione industriale e tecnologica dell’economia circolare e invita presso lo stand (Hall D3, 065) i partner di alcuni progetti di ricerca in corso, rappresentanti di aziende (tra cui Barilla, Eni e So.G.I.S.), soggetti rilevanti del settore della plastica e del riciclo e rappresentanti di Istituzioni per discutere sulla realizzazione concreta della transizione energetica e dell’economia circolare attraverso lo sviluppo tecnologico.

Mercoledì 6 novembre al mattino, dalle 11 alle 12:30 si parla di “Biomassa da microalghe da acque reflue dei frantoi per l’industria della nutraceutica e dei bio-polimeri: il progetto Mewlife” con Barbara Masciocchi - NextChem, Agnese Cicci - BIOP, Francesca Pagnanelli – HTR, Marco Stoller - LABOR, Paolo Mariani - Asso.frant.o.i e Associazione Laziale Frantoi Oleari. Modera Emanuele Bompan, direttore di Materia Rinnovabile. Un brunch mediterraneo offerto ai visitatori dello stand introduce il tema del pomeriggio, dalle 15 alle 16:30:Produrre pasta da energia termica rinnovabile: NextChem e Barilla presentano il progetto Hiflex”. Ne discutono Annarita Salladini, NextChem e Luca Ruini, Barilla, moderati da Mauro Spagnuolo, Direttore di Rinnovabili.it.

Giovedì 7 novembre al mattino, dalle 11 alle 12:30 incontro su “L’innovazione nel riciclo della plastica: l’Upcycling della tecnologia MyReplast” con Valerio Coppini, NextChem - Angelo Bonsignori, IPPR, Tavolo Permanente per il Riciclo di Qualità della Plastica, Federazione Gomma-Plastica, Antonello Ciotti - Corepla, Carlo Andriolo - Aliplast, Gruppo Hera, Valeria Frittelloni - ISPRA, Ilde Gaudiello - Ministero Ambiente. Modera Carlo Latorre, giornalista di Polimerica.it. Si chiude con un brunch offerto ai visitatori da MyReplast Industries, la controllata NextChem che gestisce l’impianto di Up-cycling di rifiuti plastici di Bedizzole (BS) per passare pomeriggio, dalle 15 alle 16:30, a parlare di “Produzione di carburanti e lubrificanti da fonti rinnovabili: le tecnologie NextChem per la transizione energetica”, con Antonio Zarli - NextChem, Giacomo Rispoli - ENI, Piergiuseppe Polla - MASOL, Susanna Larocca - So.G.I.S. e Raimondo Orsini, Direttore Fondazione Sviluppo Sostenibile. Modera Antonio Cianciullo, giornalista de La Repubblica.

Venerdì 8 novembre, dalle 11 alle 12:30 il tema è il “Riuso delle acque reflue con recupero di energia, acqua e materia: il progetto STREAM”, con Barbara Morico e Federica Cantarini - NextChem, Silvano Cimini - Quality Engineering e Valentina Innocenzi dell’Università de L’Aquila. Modera Alessandro Gobbi, Redattore capo di ICP, RIVISTA DELL’INDUSTRIA CHIMICA.

NextChem gestisce iniziative tecnologiche a supporto della transizione energetica con una roadmap che si sviluppa su tre aree: Greening the Brown, per la riduzione dell’impatto ambientale dei processi di trasformazione tradizionali attraverso l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili; Circular Economy, per supportare i trend dell’economia circolare tramite l’implementazione del riciclo di qualità dei rifiuti plastici, lo sviluppo di tecnologie per il riciclo chimico e soluzioni waste-to-chemicals e waste-to-fuels; Green Green, per individuare materie prime sostitutive del petrolio e relative soluzioni tecnologiche per la produzione di bio-carburanti e bio-plastiche da fonti rinnovabili. In queste aree di mercato NextChem è attiva con il licensing di proprie tecnologie, la fornitura di servizi di ingegneria e costruzione (EPC), attività di project development, oltre che con progetti di ricerca a finanziamento europeo e nazionale.


IES BIOGAS biometano da forsu

FOTOALBUM