NLMK Acciaio Quard
Camec
TOMRA Sorting Recycling presenta la nuova applicazione per il riciclo delle poliolefine

TOMRA Sorting Recycling presenta la nuova applicazione per il riciclo delle poliolefine

Ecomondo 2020: TOMRA Sorting Recycling presenta la nuova applicazione per il riciclo delle poliolefine che consente livelli di purezza senza precedenti.

A Ecomondo 2020 TOMRA Sorting Recycling partecipa con le sue tecnologie a sensori dedicate alla selezione dei flakes, le scaglie che si ottengono nella fase finale del processo di selezione delle bottiglie, dopo che il materiale in ingresso è stato triturato, vagliato, lavato e asciugato.

Mentre fino ad oggi le tecnologie di selezione ottica dell’azienda si sono concentrate principalmente sul più noto PET (polietilene tereftalato), oggi si allargano alle poliolefine (PO), categoria di plastiche che comprende polietilene (PE) e polipropilene (PP).

Sullo stand di Rimini (Pad. A3 / Stand 114) sarà esposta INNOSORT FLAKE, la nuova generazione della selezionatrice pensata appositamente per la selezione dei flakes, compresi quelli derivanti dalle poliolefine. L’offerta TOMRA dedicata ai flakes è completata da AUTOSORT® FLAKE, addetta alla preselezione del materiale in ingresso. Le due macchine offrono una selezione ottica perfettamente allineata e altamente specializzata nella selezione dei flakes derivanti sia dal PET che dalle Poliolefine.

INNOSORT FLAKE, la nuova generazione

Il primo INNOSORT FLAKE, lanciato da TOMRA alla fine del 2018, era stato progettato esclusivamente per la selezione dei flakes in PET ed aveva una larghezza totale di 1 o 1,5 metri. La nuova versione di INNOSORT FLAKE è larga 2 metri e abbina la tecnologia NIR (vicino infrarosso) del FLYING BEAM®, specifica per le poliolefine, alla tecnologia Dual Full-Colour Camera per offrire una produttività particolarmente elevata. FLYING BEAM® è l'unica tecnologia NIR sul mercato che consente la correzione automatica continua del segnale, garantendo prestazioni di selezione stabili e affidabili, insieme a un ridotto consumo di energia e a minori esigenze di manutenzione.

LEGGI ANCHE: PHILIPP KNOPP DESCRIVE LA NUOVA VERSIONE DI FLYING BEAM 

La nuova tecnologia a sensori NIR offre una soluzione unica per le applicazioni relative alle poliolefine (PO). I flakes in PO sono selezionati in base a materiale e colore, e il sensore specifico per PO utilizzato nella tecnologia brevettata FLYING BEAM® di TOMRA lavora all'unisono con la tecnologia a doppia telecamera a colori per raccogliere informazioni spettrali sufficienti a separare accuratamente i flakes di polipropilene (PP) e polietilene (PE) fino a 2 mm.  L'utilizzo di una telecamera anteriore e posteriore consente a TOMRA di vedere il colore di ogni flake e di identificare anche i più piccoli dettagli, come le stampe o l'inchiostro. L'unità è in grado di purificare sia il flusso di PE che quello di PP identificando e rimuovendo la contaminazione polimerica indesiderata, nonché le impurità del colore.  Eventuali residui di contaminanti vengono rimossi, ottenendo livelli di purezza inimmaginabili in precedenza, che soddisfano sia gli standard richiesti dalla legislazione vigente nel settore, che i clienti finali.

E, per applicazioni di fascia alta, come il riciclo da bottiglia a bottiglia, in cui il livello di contaminazione del materiale in ingresso è basso ma i requisiti di qualità sono particolarmente elevati, è possibile abbinare INNOSORT FLAKE ad AUTOSORT® FLAKE. L’abbinamento consente di ottenere sia una purezza superiore che una produttività elevata e stabile. AUTOSORT® FLAKE rileva infatti contemporaneamente materiale, colore e metallo.

Valerio Sama, responsabile della gestione di prodotto di TOMRA Sorting Recycling, commenta: "Con l'uso delle poliolefine che continua a crescere - si prevede che il loro mercato globale raggiungerà quasi quattro miliardi di dollari entro il 2027 - la selezione di PO diventerà un settore sempre più importante del riciclo delle materie plastiche. Dobbiamo essere in grado di aumentare la purezza e la resa delle materie plastiche riciclate a un livello tale che il materiale sia adatto per il riutilizzo in imballaggi alimentari, e riportare quel materiale nel circuito come parte di un modello di economia circolare.”

"PE e PP sono entrambi poliolefine e, se mescolati insieme, hanno un impatto negativo sul processo di riciclo. La separazione di PE e PP è una sfida complessa anche per la tecnologia di differenziazione basata su sensori, per questo abbiamo deciso di sviluppare un nuovo sensore NIR specifico per questa applicazione. Con il lancio del nuovo INNOSORT FLAKE abbiamo ulteriormente rafforzato la nostra posizione di fornitore di tecnologia specializzato in flakes plastici e abbiamo aggiunto alla nostra offerta anche i flakes di poliolefine. I nostri clienti possono inoltre contare su di noi per tutte le loro esigenze di selezione di bottiglie e flakes. Ma non ci limitiamo a fornire la tecnologia, bensì offriamo loro una conoscenza approfondita delle applicazioni, una consulenza precisa e attenta e un servizio di assistenza continuo".

William Zeng, Product Manager di INNOSORT FLAKE di TOMRA Sorting Recycling, aggiunge: "Siamo lieti di essere i primi nel settore a combinare una doppia telecamera a colori e un sensore NIR specifico per le poliolefine in un'unica macchina.  Anche se i flakes hanno un diverso colore su ogni lato, possono essere classificati a seconda delle esigenze. Il design modulare altamente flessibile dell'unità consente di far funzionare fino a quattro scivoli indipendentemente l'uno dall'altro e la larghezza di due metri consente di applicare più fasi di selezione sulla stessa macchina e allo stesso tempo, come la riselezione e il recupero. Si tratta di uno sviluppo molto interessante nel riciclo della plastica, in cui siamo orgogliosi di essere all'avanguardia".

Conclude Sama: "La nostra attenzione rimane focalizzata sul continuo miglioramento delle prestazioni delle nostre selezionatrici a sensori, che portano a una maggiore capacità, a una maggiore efficienza e a tassi di perdita più bassi. Al momento stiamo valutando lo sviluppo di una soluzione per la selezione del PVC e non vediamo l'ora di poter condividere maggiori dettagli su questo progetto". 

LEGGI ANCHE: LE ULTIME TECNOLOGIE TOMRA 


Ecomondo 2020

FOTOALBUM