Camec 2023
La famiglia Alta Capacità Merlo si allarga

La famiglia Alta Capacità Merlo si allarga

Con i nuovi Turbofarmer 50.8 e 45.11, la famiglia Alta capacità Merlo dedicata al mondo agricolo cresce e si rinnova.

La gamma di sollevatori telescopici Turbofarmer Alta Capacità è stata sviluppata per rispondere alle esigenze di tutti coloro che devono effettuare dei lavori impegnativi e movimentare pesanti carichi in totale sicurezza, mantenendo una maneggevolezza e facilità di utilizzo ineguagliabile.

Dopo il successo ottenuto dal TF65.9, Merlo oggi amplia la gamma alta capacità dedicata all’agricoltura con due modelli: il TF50.8 e il TF45.11, entrambi disponibili in tre versioni per rispondere alle diverse necessità operative. I due nuovi Turbofarmer sostituiscono quelli di pari portata presenti nella gamma Merlo introducendo però numerose novità che fanno di loro veri e propri modelli e non semplici aggiornamenti.

Il nuovo layout costruttivo introdotto nei TF50.8 e TF45.11 integra soluzioni tecniche innovative e crea macchine uniche in termini di versatilità, prestazioni e semplicità di utilizzo.

Impiegando le innumerevoli tecnologie sviluppate e brevettate dalla Merlo, questa gamma è in grado di offrire eccellenti prestazioni telescopiche incrementando la velocità nell’esecuzione dei lavori, la maneggevolezza e la semplicità di impiego tipiche dei prodotti Turbofarmer.

Queste caratteristiche consentono di movimentare elevate quantità di materiale in un lasso di tempo ridotto, dando la risposta ottimale nel campo della logistica, della movimentazione e dello stoccaggio di materiale, senza tralasciare la movimentazione di componenti grazie ad attrezzature disegnate ad hoc per specifiche esigenze come la manutenzione di grandi macchinari.

Sono i modelli più compatti nella gamma degli “Alta Capacità”. Equipaggiati con assali dotati di riduttori epicicloidali, garantiscono lavori rapidi e precisi.

Per questo motivo, la gamma Alta Capacità viene impiegata in molteplici settori: dall’industria alle miniere; dal movimento terra all’agricoltura; dalle costruzioni al trattamento dei rifiuti.

Le caratteristiche distintive di questi modelli sono:

  • Idraulica da 160 l/min con tecnologia Hi-Flow (HF)
  • Trasmissione EPD Plus con velocità massima di 40 km/h
  • Joystick capacitivo auto auto-accellerante
  • Motore termico da 160 kW/250 CV
  • Sospensione idropneumatica della cabina CS
  • Cambio a Variazione Continua MCVTRONIC
  • Sistema di sicurezza ASCS

IDRAULICA HI-FLOW

I nuovi TF50.8 e TF45.11 sono equipaggiati di serie dalla tecnologia Hi-Flow (HF), composta da un distributore idraulico di ultima generazione sviluppato dalla Merlo e associato a una pompa idraulica di portata elevata.

Grazie alla tecnologia Hi-Flow Merlo è in grado di offrire prestazioni da primato e soluzioni di gestione uniche che permettono di velocizzare e semplificare le operazioni quotidiane degli utilizzatori.

Il nuovo distributore idraulico Merlo integra tutte le comuni funzionalità dei distributori idraulici (valvole elettro-attuate, comandi indipendenti, controllo dell’inclinazione trasversale del telaio) a nuove funzionalità innovative quali:

  • Discesa per gravità
  • Elevazione verticale
  • Set Point
  • Gestione flottante
  • Mandata continua olio ai servizi

Queste funzioni semplificano notevolmente la movimentazione di carichi negli spazi ristretti, limitando il numero di manovre con la macchina e semplificando le operazioni per l’operatore.

DISCESA PER GRAVITÀ

Questa soluzione, ad azionamento completamente automatico, permette di sfruttare il peso del braccio e del carico per effettuare il movimento di discesa, limitando notevolmente la richiesta di potenza idraulica e, di conseguenza, i consumi e la rumorosità, senza ridurre la sicurezza. Movimenti più rapidi e fluidi permettono un incremento delle prestazioni.

ELEVAZIONE VERTICALE

L’elevazione verticale automatica è stata sviluppata al fine di facilitare le operazioni di movimentazione di un carico all’interno di spazi confinati. Attivando questa funzione, la macchina sincronizza i movimenti di sfilo e sollevamento, al fine di realizzare un movimento puramente verticale del carico sia nelle fasi di carico che in quelle di scarico del materiale.

SET-POINT

Il Set-point è stato sviluppato al fine di ridurre le operazioni ripetitive per gli operatori, semplificando l’attività lavorativa quotidiana.  Attivando questa funzione l’operatore può memorizzare una configurazione di lavoro, in grado di gestire autonomamente i movimenti idraulici (Sfilo/rientro, sollevamento/discesa e rotazione zattera) al fine di riportare l’attrezzo alla posizione memorizzata.

GESTIONE FLOTTANTE

Disponibile in opzione, la gestione flottante del braccio è stata sviluppata al fine di aumentare la versatilità della macchina, agevolando le operazioni con attrezzature che necessitano di seguire gli andamenti del terreno come spazzoloni, lame da neve, pale. Attivando questa funzione il braccio potrà seguire liberamente gli andamenti del suolo assicurando un contatto costante dell’attrezzo con il terreno.

MANDATA CONTINUA

I modelli HF sono equipaggiati, in configurazione standard, del sistema per la regolazione e l’invio del flusso costante d’olio agli attrezzi. Questa soluzione permette di regolare in maniera precisa e puntuale il flusso d’olio, da 0 fino alla portata massima, per ciascuna delle 4 uscite idrauliche ausiliarie, gestibili in cima al braccio. Questa soluzione può essere disponibile come OPT per gli altri modelli.

ECO POWER DRIVE

Progettato e prodotto da Merlo, il sistema EPD - Eco Power Drive - offre risparmi tangibili, ottenuti attraverso un sistema elettronico e automatico di gestione che tiene conto sia dei parametri del motore (numero di giri, curve di potenza, coppia e consumi) che dello stato in cui il telescopico opera (velocità, peso, gradiente di salita/ discesa, eventuali carichi trainati) per garantire la coppia necessaria a vincere la resistenza all’avanzamento, minimizzando in questo modo i giri motore.

Sui Turbofarmer Alta Capacità Merlo propone la versione più accessoriata dell’EPD denominata Plus che comprende, oltre ai vantaggi offerti dalla versione standard, un selettore che consente di impostare tre diverse modalità di utilizzo che si applicano nelle diverse esigenze operative: “Heavy Load”, “Eco” e “Speed Control”.

MODALITÀ ECO

La modalità “Eco” è quella presente nella versione standard dell’EPD, ottimizza le prestazioni in funzione dei consumi ed è utilizzabile per operazioni leggere.

MODALITÀ SPEED CONTROL

La modalità “Speed Control” è stata creata per le operazioni di trasferimento, di traino e le operazioni in campo aperto, consente di impostare e mantenere costante la velocità di avanzamento indipendentemente dal variare delle condizioni operative. L’operatore, raggiunta la velocità di trasferimento desiderata, attiva il mantenimento di questa velocità premendo un pulsante, a questo punto potrà rilasciare completamente l’acceleratore. Il disinserimento del controllo di velocità è immediato alla pressione del pedale del freno o del pulsante della funzione Speed-Control.

MODALITÀ HEAVY LOAD

La funzione “Heavy Load” è ottimizzata per le massime prestazioni, consentendo di sfruttare tutto il potenziale della macchina nei contesti più gravosi, risultando particolarmente utile per chi svolge lavori pesanti. Questa modalità consente di operare senza ridurre i giri motore avendo così sempre a disposizione la massima potenza. 

JOYSTICK CAPACITIVO AUTO ACCELERANTE

L’esclusivo joystick capacitivo autoaccellerante è disponibile, di serie, sui nuovi TF50.8 e TF45.11. Il joystick di tipo capacitivo migliora l’ergonomia dei comandi, riduce la fatica dell’operatore e ne aumenta la produttività giornaliera. Due sensori integrati rilevano automaticamente la presenza della mano dell’operatore rendendo l’utilizzo confortevole, semplice e intuitivo offrendo una massima fruibilità in ogni circostanza. Sul Joystick sono presenti i comandi proporzionali del braccio (sfilo/rientro, funzioni ausiliarie) e il selettore del senso di marcia che permette all’operatore manovre rapide in tutta sicurezza.

Il comando del senso di marcia “inversore” è anche replicato alla sinistra del piantone di sterzo. I movimenti a croce del joystick (trasversale e longitudinale) permettono l’attuazione delle funzioni di movimento del braccio (sollevamento/discesa, rotazione zattera). 

Il Joystick autoaccellerante, unico nel mondo dei telescopici, integra i comandi delle funzioni operative della macchina con quelli per la gestione del motore. Ciò consente il controllo dei giri del motore proporzionalmente all’utilizzo del joystick (maggiore è l’inclinazione del joystick, maggiori saranno gli RPM). Questa funzionalità è ottimizzata per la movimentazione di materiali.

Il dispositivo aumenta automaticamente il regime di rotazione del motore diesel (fino a un massimo impostabile dal potenziometro) quando si aziona il comando superando la soglia di intervento (escursione superiore al 20%), senza aumentare la velocità di avanzamento. Questa tecnologia consente una ulteriore riduzione dei consumi in quanto i giri motori sono mantenuti al minimo quando non si utilizza il sistema idraulico. Il telescopico risulta inoltra molto più reattivo nelle fasi di lavorazione massimizzando così prestazioni ed efficienza.


FORREC